CINECOLONNE

Ultimo giorno di proiezione l’8 dicembre 2019 per Cinecolonne che ha chiuso la  bellissima esperienza con Frozen e Un giorno di pioggia a New York.

Il cinema nato al Censer pochi mesi dopo il rogo che ha distrutto Cinergia per dare un servizio temporaneo alla città, ha terminato nel giorno dell’Immacolata la propria funzione per passare il testimone a Notorious Cinemas che ha riaperto i battenti della Multisala mercoledì 11 dicembre.

Un’avventura Cinecolonne frutto della sinergia tra Comune di Rovigo, Assessorato agli eventi, Censer RovigoFiere che l’ha gestita direttamente, Confesercenti, Confcommercio, Associazione Centro Città e Pro Loco Città di Rovigo che ne hanno sostenuto la diffusione attraverso formule promozionali riservate agli operatori del centro storico e ai loro clienti.

Uno sforzo economico importante per la Spa di Viale Porta Adige che ha dovuto fare i conti con il noleggio di proiettore, sistemi di amplificazione e cablaggio, promozione ,costi gestionali e strutturali e al quale hanno risposto 27.000 spettatori  oltre ad  una ventina di sponsor.

113 i film proposti tra il 2marzo 2018 e l’8 dicembre 2019 per un totale di 453 proiezioni nei fine settimana dei 12 mesi effettivi di attività, cui ha fatto da cornice con i suoi 476 posti a sedere la Sala Bisaglia adattata allo scopo da tecnici esperti del settore.

In vetta al gradimento Frozen 2  in prima visione  con 1500 spettatori , seguito da Avengers Endgame che ha raggiunto ad aprile 2019  quota 1038.

Nella top ten Joker (979), Lo schiaccianoci ( 823) Bohemien Rapsody ( 801) Ralph Spacca Internet (738) Mary Poppins(622) Mia e il Leone Bianco (560)  Green Book ( 521)e ,a pari merito, Dumbo e Maleficent 2 con 439.

Buono il riscontro dei film di qualità ,vedi Van Googh, Il Verdetto, La forma dell’Acqua e il Filo nascosto che hanno registrato una media di 350 spettatori.

Accanto al palinsesto più “commerciale” va segnalato lo spazio ai film rassegna e d’autore e alle proiezioni delle pellicole girate in Polesine che hanno visto la presenza in sala di attori e registi.

A questi filoni il sodalizio promotore di Cinecolonne potrebbe dedicare ancora la propria attenzione mettendo così a frutto l’esperienza maturata, con proposte legate alla promozione del territorio,  Festival a tema corredati da momenti espositivi e iniziative comunque slegate dal cinema tradizionale.