La Storia e l’Evoluzione del Cen.Ser

La NOSTRA Storia

L’area dell’ex zuccherificio di Rovigo è ubicata a ridosso del centro urbano della città, in posizione baricentrica rispetto all’ingresso posto a nord e al fiume Adige. A segnarne i confini ad est Viale Porta Adige, a sud lo scolo Ceresolo, ad ovest il rilevato ferroviario PD-BO, a nord un insediamento commerciale.

Il complesso industriale oggetto di recupero e trasformazione d’uso nasce agli inizi del secolo scorso ad opera della Società Italiana per l’industria dello zucchero e si sviluppa seguendo vari processi evolutivi finalizzati a mantenerne l’operatività fino al 1978.

In un secondo tempo l’area originaria dello zuccherificio è soggetta a vendita nel corso della procedura fallimentare a carico della Società S.I.I.Z., previa suddivisione in quattro lotti distinti.

Ad acquistare il più esteso nel 1980 la Bassano Grimeca.

Il 14 Dicembre 1991 segna una data storica: nello studio rodigino del notaio Viscardini nasce la Società per azioni Centro Servizi S.p.a. Cinque gli azionisti fondatori: Comune di Rovigo, Amministrazione Provinciale di Rovigo, C.C.I.A.A. di Rovigo, Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e Veneto Sviluppo S.p.A.
I mesi successivi sono contrassegnati dallo studio approfondito della reale consistenza immobiliare in rapporto al designato programma di massima che ne destina l’utilizzo a fini universitari, espositivi e di centro servizi.

Nel gennaio 1993 giunge da parte della CEE l’accoglimento della domanda F.E.R.S. Ob. nr. 2 a suo tempo presentata. Si decide di affidare all’architetto Guido Pietropoli l’incarico della redazione del progetto e relativa direzione lavori per il recupero di parte degli edifici ex SIIZ e dell’area antistante.
Nel frattempo si procede ad un aumento del capitale sociale da 5,120 miliardi a 10 miliardi di lire.
La presentazione ,nel luglio dello stesso anno, del progetto generale e di un primo progetto stralcio consente a Censer di ottenere la prima concessione edilizia per il restauro ed il riuso delle aree e dei manufatti esistenti

L’Evoluzione

I lavori, iniziati nel 1994, porteranno a configurare tre lotti funzionali finiti:

A) Centro Mostre, centrali tecnologiche e opere esterne (Piazzali carrabili, parcheggi, fognature, sottoservizi, strade etc.)
B) Recupero di un edificio da destinare ad uffici (attuale Torre uffici) e realizzazione di un nuovo manufatto completamente interrato adibito a centrale termica e locale pompe per l’intero complesso.
C) Recupero di un edificio da destinare a bar-ristorante, con capienza di 200 posti a sedere.
Verrà, inoltre, cantierato un intervento di recupero di altri immobili destinati ad ospitare un Centro Congressi-Aula Magna e la sede dell ’ Università.

Il 2001 segna una tappa decisiva: il 19 gennaio l’Assemblea dei Soci approva una modifica dello Statuto per consentire alla Società di gestire in maniera diretta fiere e convegni, con una sezione interna strutturata allo scopo. Nasce la Divisione RovigoFiere.  A supportare il disegno volto al sostegno della promozione dello sviluppo del territorio e delle sue imprese, l’intesa sottoscritta nella prestigiosa cornice della Camera di Commercio di Rovigo con Padova Fiere, partner di un percorso di interscambio di progetti e conoscenze che durerà tre anni.

Nel video l’ulteriore percorso evolutivo fino all’attuale configurazione.